Bavaria: il cantiere navale dichiara fallimento?

Bavaria: il cantiere navale dichiara fallimento?
A leggere gli articoli usciti oggi sulle principali testate on-line italiane questa sembra essere la notizia: “Bavaria ha portato i libri in tribunale”  ma, nello stesso tempo, c’è anche chi minimizza: “Non è fallimento”.

 

Fatto sta che a leggere il comunicato stampa emesso dall’azienda (il quale è riportato in italiano su alcuni articoli ndr) si parlerebbe quantomeno – il condizionale è d’obbligo – della richiesta di amministrazione controllata avanzata al competente  tribunale distrettuale di Würzburg.

 

Tuttavia, sempre leggendo quanto riportato sul web, l’azienda dovrebbe comunque assicurare la produzione per i prossimi 3 mesi e, nel contempo, terminare le barche in produzione nonché quelle messe in vendita.

 

Dunque, come definire la notizia? Bavaria:  dichiara fallimento? si tratta di un preludio, ovvero  di una specie di nostrana amministrazione controllata, comunque sintomo di una procedura di fallimento vera e propria?

In attesa di saperne di più l’epilogo sembra essere alquanto scontato, tuttavia sarà opportuno capire più nel dettaglio, nelle prossime settimane, in che modo e in che termini si evolverà questa procedura, la quale coinvolge evidentemente molti armatori in attesa della propria barca acquistata nel cantiere tedesco.

Segue comunicato stampa ripreso  dalla testata solovela:

Comunicato emesso dal cantiere
Bavaria Yachtbau GmbH ha richiesto l’amministrazione controllata* in base al diritto tedesco (“Eigenverwaltung”) presso il tribunale distrettuale di Würzburg.

L’obiettivo del procedimento è quello di trovare un investitore per cantiere costruttore di barche  a vela e a motore con sede a Giebelstadt. A tal fine è previsto che la gestione aziendale rimanga in carica e che quindi sarà legalmente competente nel quadro dell’amministrazione controllata*. Le operazioni aziendali continueranno.
Bavaria Yachtbau è stata fondata nel 1978 ed è tra i leader di mercato nella costruzione di yacht in Europa. I circa 600 impiegati sono stati informati dettagliatamente in una riunione dei dipendenti.
La petizione per insolvenza si riferisce esclusivamente alla Bavaria Yachtbau GmbH. La filiale francese Bavaria Catamrans SAS a Rochefort continuerà a funzionare normalmente.

*Eigenverwaltung – nel contesto di una procedura fallimentare, l’ Eigenverwaltung è l’affidamento al debitore dell’amministrazione della società sotto il controllo di un commissario giudiziale e nell’ambito dei limiti tracciati dalla legge.