Nautica – Assicurazioni: la terminologia e gli aspetti critici

È indubbio che quando si parla di assicurazioni ci si addentri in una disciplina assai complessa ed articolata dove magari, e comprensibilmente, il diportista medio ne conosca solo alcune caratteristiche e peculiarità di specie.

Ecco perché abbiamo pensato di raccogliere in questo articolo la terminologia “essenziale” utile per capire meglio questo particolare settore così importante per chi possiede un mezzo nautico, buona lettura.

La copertura Corpi e Macchine

È sicuramente la copertura tra le più importanti. Conosciuta anche con l’acronimo inglese “H&M”, è una copertura specificatamente pensata per tutelare l’assicurato in caso di perdita o avaria dell’unità. Per estensione è comprensibilmente “studiata” per tutelare quei danni che possono interessare lo scafo, gli allestimenti e gli apparati dell’unità.

Estensioni di copertura in questo senso possono però anche riguardare, qualora fosse previsto dal sottoscrittore o dalla compagnia, anche le condizioni ove l’unità sia all’ormeggio o tirata in secco a terra.

Il Valore assicurato

È il parametro, spesso fondamentale se correlato ad una copertura corpi e macchine, che influisce in caso di perdita e/o danno all’imbarcazione. Il valore dell’imbarcazione può essere un valore commerciale o un valore stimato.

Soprattutto nel caso in cui non vi fosse una valutazione peritale di tipo assicurativo, in caso di sinistro, come anche disciplinato dalle norme del codice civile e dal C.d.N., l’eventuale indennizzo sarà al contrario computato facendo ricorso al valore commerciale stimato dell’unità al momento dell’accertamento del danno.

Questo è un aspetto assai importante in quanto, ma ciò dipende dai criteri estimativi eventualmente applicati, una valutazione di stima, fatta prima di assicurare il bene, non sempre potrà essere, economicamente e tecnicamente parlando, sempre “vicina” ad una stima atta a determinare il valore del bene al momento del sinistro.

La determinazione del valore commerciale, affidata all’opera di un perito, che cosi va ad indicare un’attribuzione di stima, pone le basi che determinano preventivamente l’importo dell’indennizzo che gli Assicuratori sono tenuti a liquidare in caso di perdita totale. Questa opzione va pertanto ad eliminare verosimili controversie sull’accertamento del valore effettivo del bene, svincolando il valore dell’unità dalle possibili variazioni che potrebbe subire, nel corso degli anni, in riferimento ai fisiologici andamenti del mercato delle compravendite.

I P&I Clubs (Protection & Indemnity Clubs)

Sono associazioni mutualistiche, storicamente associazioni di armatori, che offrono coperture specifiche e specialistiche per: urto tra navi danni a oggetti fissi e mobili, malattia/infortunio/morte dei membri dell’equipaggio, responsabilità nei confronti dei passeggeri e di altre persone trasportate a bordo, danni alla proprietà avaria comune assistenza e salvataggio, quarantena, responsabilità per perdita o avaria delle merci trasportate, inquinamento, deviazione, clandestini e rifugiati, multe, ammende, sanzioni, spese legali e di difesa.

Salvo casi particolari, la copertura P&I non ha un massimale ed il member, non è tenuto al pagamento di un premio fisso ma di una contribuzione variabile a seconda dell’andamento dei sinistri e del tipo di naviglio iscritto.

Alle suddette coperture di tipo “tradizionale” vanno anche doverosamente citate ulteriori possibili coperture e garanzie assicurative:

- La Freight, Demurrage and Defence, che copre le spese legali tipiche dell’attività armatoriale;

 La c.d. Strike, che copre le perdite di tempo date da scioperi dell’equipaggio o, in talune circostanze, da terzi.

 

Il Commissario d’avaria

È il perito, dotato di particolare esperienza e abilità professionale, che può essere nominato sia dalle compagnie assicuratrici che dalle stesse aziende, al fine di quantificare e valutare le eventuali responsabilità a seguito di un sinistro.

Il Commissario d’avaria provvede a stilare un certificato e/o perizia attestante i danni accertati.

Recentemente è spesso anche investito di taluni poteri liquidativi che hanno di fatto portato questa figura ad essere considerato anche quale Perito – Liquidatore.

 

Lloyd’s di Londra

E una corporazione inglese di assicurazioni nata verso la fine del XVII secolo. Storicamente specializzati anche sul ramo marittimo sono spesso considerati (i sottoscrittori) tra i migliori assicuratori esistenti.

Ad oggi sono ancora la maggiore realtà assicurativa operante nel settore marittimo ed aeronautico.

Al suo interno opera un dedicato ufficio liquidativo che con il supporto di agenti (commissari d’avaria) e di sub agenti direttamente da loro accreditati, valuta i presupposti per poi eventualmente procedere agli indennizzi.

 

Daniele Motta
Perito e Consulente Navale
Tel. +39 389 006 3921
info@studiomcs.org
www.perizienavali.it

 

© Si autorizza la sola diffusione dell’articolo in maniera integrale citando la fonte e i link attivi. Ogni altro uso non è consentito.